Il parlamento Ucraino ha votato l’introduzione della legge marziale in dieci regioni dell’Ucraina confinanti con lo stato russo e con la Transnistria Moldava.

La legge entrerà in vigore alle ore 09:00, ora locale di Kyiv, del 28 novembre 2018.

Tuttavia, esattamente ciò che includerà la legge marziale rimane poco chiaro, poiché non tutte le misure possibili devono essere imposte. Mentre la leadership ucraina ha minimizzato i potenziali effetti della legge marziale su militari e civili ucraini, la legge consente misure espansive per garantire la sicurezza nazionale. Le restrizioni possono includere:

  • Aumento dei regimi di sicurezza e di operazioni speciali per i siti economici e infrastrutturali critici. Il Consiglio dei ministri confermerebbe un elenco di siti che richiedono ulteriore sicurezza.
  • I cittadini potrebbero essere obbligati a svolgere il lavoro socialmente necessario. Qualsiasi cittadino in grado di lavorare può essere costretto a lavorare in una struttura di difesa invece di svolgere il proprio lavoro regolare.
  • Lo stato potrebbe assumere il controllo di proprietà di società private, comunali o statali se necessario.
  • Lo stato potrebbe regolare le telecomunicazioni, la radio e le aziende e le infrastrutture di stampa; mass media; e organizzazioni culturali per i bisogni del tempo di guerra. Restrizioni potrebbero essere poste su radioamatori e la trasmissione di informazioni attraverso reti di computer. Lo stato può anche utilizzare questa infrastruttura per diffondere informazioni mirate ai militari e / o alla popolazione.
  • Il divieto di tenere elezioni presidenziali, parlamentari o locali.
  • Un divieto di referendum nazionali e locali.
  • Divieto di modifiche alla Costituzione ucraina e alla Costituzione della Repubblica autonoma di Crimea (entità giuridica e territoriale che comprende la penisola di Crimea nello Stato ucraino).
  • Un divieto di proteste pacifiche, marce, raduni e altri eventi di massa.
  • All’interno del quadro costituzionale e legale, lo stato può vietare le attività politiche che ritiene dannose per la sicurezza dello stato. Questi potrebbero includere tutto, dalle attività volte a porre fine all’esistenza dell’Ucraina come stato a coloro che promuovono l’odio interetnico.
  • Evacuazione della popolazione e di beni materiali o culturali se la loro sicurezza è in pericolo. Ancora una volta, il Gabinetto giocherà un ruolo chiave nel determinare ciò che questo include.
  • I manager delle imprese e delle organizzazioni potrebbero essere licenziati per prestazioni di lavoro scadenti e sostituiti con direttori temporanei.
  • Il governo potrebbe approvare ulteriori misure per tutelare il segreto di stato.
  • I cittadini di uno stato straniero che minacciano l’Ucraina con aggressività o un attacco potrebbero essere soggetti a delocalizzazione e internamento forzato.
  • Regole speciali per la produzione e la vendita di farmaci potenti contenenti componenti stupefacenti o psicotrope. Il governo determinerebbe l’elenco dei farmaci.
  • Lo stato può limitare il trasferimento dei suoi cittadini, così come degli stranieri.
  • Un coprifuoco.
  • Un divieto di vendere alcolici.
  • I cittadini possono essere ordinati per ospitare personale militare o civili sfollati all’interno delle loro case.

Fonte KyivPost

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s